5-gran-galleria

Zombie siamo noi, un popolo di formiche.

Lo so che siete stati incuriositi da questa parola che spesso viene pronunciata da Beppe riferendosi ai politici. In realtà quel che vorrei fare in questo articolo è rovesciare il concetto dopo aver conosciuto un fenomeno naturale che descrive secondo me in maniera palese la situazione politica odierna : il fungo killer.

Avete mai sentito parlare delle FORMICHE ZOMBIE? Riporto la descrizione dal sito del National Geographics. “Scoperte in Brasile quattro specie di funghi che trasformano le formiche in zombie. Il fungo entra negli insetti e ne “controlla” la mente ai propri fini prima di ucciderli. Poi si trasmette dai cadaveri ad altri insetti sani. Oltre alle formiche anche vespe, mosche e grilli possono essere attaccati.”

Grilli, non grillo. Sia chiaro. hehe. Quando ho visto questo ho pensato “ma allora non è vero che è Bersani, Berlusconi e gli altri sono zombi. Gli zombie siamo stati noi per tutti questi anni e i politici erano il fungo killer che si appropriava del nostro cervello bombardandoci di notizie false e timori indotti per raggiungere i propri obiettivi e portandoci lentamente alla morte.

Vi faccio vedere un video dove spiega bene questo fenomeno.

TROLLS Vademecum sui TROLLS che invadono il blo…
April 1
PAPA Non c’è motivo per insultare Papa…
April 1
vinto Il M5S ha già scardinato il sistema. Mo…
April 1
illusione Casaleggio e Grillo? Illusione o speranz…
April 1

vinto
Il M5S ha già scardinato il sistem…

Dalle ultime elezioni molte cose sono cambiate: da quando una grande parte dei cittadini ha riconosciuto nelle parole di Grillo qualcosa in cui creder…

DISCORSO
L’attualissimo disc…
March 31 Comments Off
nomuos
La festa M5S per la revoc…
March 31 Comments Off
zombie
Zombie siamo noi, un popo…
March 31 Comments Off
TROLLS
Vademecum sui TROLLS che …
April 1 Comments Off
PAPA
Non c’è motivo per…
April 1 Comments Off
vinto
Il M5S ha già scardinato…
April 1 Comments Off
illusione
Casaleggio e Grillo? Illu…
April 1 Comments Off
golpe bianco
Golpe Bianco. Il colpo di…
April 1 Comments Off
RIMBORSI
Prorogatio e rimborsi ele…
March 31 Comments Off
FUORI
Andate fuori dal nostro p…
March 31 Comments Off
DISCORSO
L’attualissimo disc…
March 31 Comments Off
nomuos
La festa M5S per la revoc…
March 31 Comments Off
zombie
Zombie siamo noi, un popo…
March 31 Comments Off
TROLLS
Vademecum sui TROLLS che …
April 1 Comments Off
PAPA
Non c’è motivo per…
April 1 Comments Off
vinto
Il M5S ha già scardinato…
April 1 Comments Off

Vademecum sui TROLLS che invadono il blog di Grillo
Apr. 01 Beppe Grillo Comments Off

I troll si arrabbiano se non gli rispondi.

I troll scrivono in questo sul blog di Grillo perchè loro non ce l’hanno.

I troll sperano di sentire il loro commento in qualche telegiornale, sarebbe il loro giorno da leoni in tutta la loro vita.

I Troll sono convinti che la maggior parte degli Italiani crede ancora ai giornali, telegiornali etc.

I troll speravano che i nostri ragazzi in Parlamento giocassero con loro.

I troll sono molto incazzati perchè nessuno gioca con loro in parlamento (e questo si riallaccia al primo punto sopra).

I troll eruditi scrivono editoriali simili ai giornali Italiani, e sono sicuri che questo cambierà l’Italia, fateglielo credere.

TROLLSI troll non hanno capito che ci siamo stancati dei D’alema-Bossi-Prodi-Fassino-Bindi-berlusconi&co.-Bersani etc.

I troll economisti…no comment! Anzi, invece di perdere tempo qui, dovrebbero andare a studiare qualche soluzione finanziaria utile agli Italiani.

I troll che scrivono tutto in maiuscolo vanno segnalati senza leggerli, devono imparare ad urlare a casa loro.

I troll di destra non ci sono, sono troppo impegnati a reperire giovani bonazze per i BUNGA BUNGA dei loro vertici. (Beati Loro)

I troll del pd sono rimasti orfani, abbiate pietà di loro. E’ Pasqua.

Luca S.
Non c’è motivo per insultare Papa Francesco : il papa buono.
Apr. 01 Beppe Grillo Comments Off

Ho letto con piacere il post nel blog di Grillo su Papa Francesco.

Ho letto anche una buona parte dei commenti, e mi fa tristezza vedere come molti si esprimano in maniera ideologica e poco libera nei confronti della Chiesa.

Sì, perché in molti commenti ho letto i soliti luoghi comuni: il Vaticano grava sullo stato italiano, le ingerenze politiche, l’IMU, l’8×1000, il papa sostenitore della dittatura. Mi pare che in certi commenti traspaia una mancanza di informazione e un approccio molto ideologizzato, da opuscoletti sinistroidi (non ne sto facendo una questione di destra o sinistra, sia chiaro!).

Tanto per fare un esempio: la famigerata IMU non pagata dalla Chiesa. Nessun ente non commerciale paga l’IMU. Le cooperative sociali, bianche o rosse, non pagano l’IMU, in quanto enti con utilità sociale. Così per la Chiesa: l’IMU viene pagata se ci sono attività commerciali, altrimenti no. Che poi possano verificarsi degli abusi, questo è un altro discorso.

PAPAQuanto al coinvolgimento del papa con il regime di Videla, basti sapere che l’unico che l’accusa è un consigliere dei Kirchner, con cui Bergoglio ha avuto duri scontri rispetto a matrimoni gay e aborto. Ecco, rispetto a questi temi mi fa un po’ sorridere chi pensa che il Papa debba dimostrare qualcosa aprendo, che ne so, alle unioni omosessuali e dando il beneplacito all’aborto. La Chiesa ha la sua dottrina, puoi condividerla o no, ma certo non puoi pretendere che sia lei a piegarsi. Perché dovrebbe? Suo scopo è conservare con misericordia la Verità, non adattarla alle esigenze di questa o quest’altra epoca storica.

Quanto al fatto che c’è chi dice che non si debba parlare di Chiesa sul blog di Grillo, questo mi dà francamente fastidio. Ho votato M5S, sono credente e mi riconosco in quello che la Chiesa dice su famiglia e vita, vedo alcuni errori, anche terribili, di persone di Chiesa, ma non lo trovo un buon motivo per perdere la fede. Credo poi che se uno vale uno, la mia opinione ha diritto di cittadinanza su questo tale blog. O no?

Sara Ruggiero
Il M5S ha già scardinato il sistema. Molti non lo capiscono. Fate loro leggere queste parole.
Apr. 01 Beppe Grillo Comments Off

Dalle ultime elezioni molte cose sono cambiate: da quando una grande parte dei cittadini ha riconosciuto nelle parole di Grillo qualcosa in cui credere e ha votato M5S, è avvenuta una rivoluzione.

Il PD non ha potuto continuare la politica disonesta degli ultimi 20 anni perchè anche parte dei suoi elettori sono stati conquistati dalla semplicità e dalla onestà del M5S e sono tuttora una spina nel suo fianco, e non può più tornare alla politica corrotta di prima.

Il PDL, di fronte alla posizione del PD, è stato costretto a radicalizzare le proprie posizioni, mentre sicuramente avrebbe preferito di gran lunga il solito, ben sperimentato inciucio.

Certo questo ha prodotto un impasse nel gioco della politica, li abbiamo fermati!

Ricordatevi che questa gente, appoggiando Monti, ci ha consegnato ad altri 20 anni di austerità e di sofferenza, aderendo al Fiscal Compact e al Fondo Salvastati.

vintoOra vorremmo cambiare tutto subito, cancellare di colpo le porcherie che questi criminali, NON il M5S, hanno fatto a nostro danno.

La delusione che leggiamo nel blog di Grillo è pari alle aspettative che tutti avevamo. E’ anche questo il segno della rivoluzione culturale prodotta dal M5S: la gente ha ricominciato a discutere di politica, si interessano e scrivono su tutto, se non è rivoluzione questa, dopo anni di menefreghismo e di delega!

Che merito ha avuto Grillo? Quello di unire 8 milioni e mezzo di italiani attorno alle cose che volevano, obiettivi chiari, comprensibili, condivisibili. Vi sembra poco?

Prima di inviare un post, pensate a questo, riconoscete questo. Dopo fate tutte le proposte e le critiche che volete, spesso avrete anche ragione, ma partite da tutto quello il M5S ha già cambiato, voi per primi, non dalla delusione. Anche perché non ci credo che abbiamo gli elementi e la chiarezza per valutare.

Facciamo diventare il blog di Grillo un luogo di discussione, ritiriamo fuori l’entusiasmo e le proposte e lasciamo stare gli insulti.

Anna De Faveri
Casaleggio e Grillo? Illusione o speranza? Lo vedremo presto
Apr. 01 Beppe Grillo Comments Off

Tutto gira attorno alle masse di illusi che da sempre sperano e soffrono alla ricerca di una tranquillità che nessuno può trovare se non che in se stesso, questo pochi lo sanno e quel che è peggio pochi sanno, o meglio vogliono spiegarlo ad essi, facendo così di loro uno strumento uso ai loro giochi ambiziosamente egoistici:

Casaleggio, Grillo? Illusione o speranza?

Nuovi o vecchi i politici non sarebbero davvero nesuno SE NOI POPOLO decidessimo, dall’oggi al domani a fronte delle loro palesi inettitudini, uniti come un sol uomo, di spazzarli via anzicchè lasciarci abbindolare dalle loro, sempre vaghe e tendenziose, promesse atte a giustificare i loro errori di cui essi incolpano sempre i loro oppositori, anzicchè ammettere la loro, voluta, incapacità di affrontare i problemi e lottare, costi quel che costi loro, per l’interesse supremo del popolo stesso agendo nel pieno rispetto e dall’interno delle loro funzioni al governo o all’opposizione.

Non conosco “mister” Casaleggio, se agisse in corrispondenza alle alternative e alle conseguenti aspettative di cui ci parla, di concerto o solo attraverso Grillo, DIVERSO dai tanti parolai che ho avuto modo di valutare in oltre 50anni, potrei pensare ad una nuova reale speranza che renda, ALMENO QUI‘, gli uomini più liberi e la vita più giusta in un afflato di umanità da troppo trascurata e più volte davvero inesistente in una sempre più COLPEVOLE, proprio perchè vouta, disattenzione ALLA GENTE.

Illusi ancora una volta? Lo vedremo presto.

Frank Marlow
Golpe Bianco. Il colpo di coda di Napolitano
Apr. 01 Beppe Grillo Comments Off

Della serie, se questi sono i “saggi”.
Per il Presidente Napolitano evidentemente “nessuna donna è saggia e nessun cinque stelle lo è.”

E’ un mondo strano quello che non trova sagge le donne che sono certamente le più sagge tra gli uomini e che non si interroga di quanta saggezza ci sia nel modello di sviluppo proposto dai cinque stelle…un mondo all’incontrario direi e i fatti mi danno ragione.

Parlamento commissariato, ancora non mi è chiaro cosa dovranno fare questi “saggi” e come opereranno, su cosa. Le commissioni al senato sono 13, è bene spiegarlo, sono formate da ventisette rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari, per distribuzione numerica, il gruppo parlamentare del cinque stelle ha 4 rappresentanti in ogni commissione.

golpe biancoAttualmente siamo il solo gruppo parlamentare ad avere rispettato la data di consegna e dato i nostri nomi, a causa di questo ritardo degli altri gruppi una Commissione speciale sta lavorando su provvedimenti urgenti del governo: esodati, sblocco di 40 miliardi alle imprese creditrici delle PM, staminal…dei nostri su 27 ci sono, come di regola, 4 rappresentanti nominati e vari “uditori”: ora se la Commissione dei Saggi dovesse mettere mano a provvedimenti urgenti e speciali come dicono i media, nessuno del cinque stelle sarebbe presente, sarebbe rappresentato, nessuno di noi potrebbe portare contributi, fare alcun ché…

Mi chiedono: “se non volete accordarvi perché dovrebbero tener conto di voi?” ” e del paese?” chiedo? “della chiara richiesta di cambiamento del paese che ne è stato? Cosa è questa repentina tolta di maschere, questo improvviso spegnersi di sorrisi alla “ballarò” sulle proposte per il paese che chiede il cambiamento?” “Intravedo dietro le maschere calate gli aligatori che sapevo, che avevo intravisto già, e mi stupisco del mio stupore” è vero ” siamo scivolati su di una buccia di banana, ingenui e principianti, ci siamo entusiasmati proprio nell’atto in cui stolti ponevamo il piede in fallo perché scivolando avevamo creduto in un passo di danza, ingenui e principianti si, di un gioco scaltro e violentissimo cui non siamo avvezzi” . Alla prossima mossa.

Paola Nugnes – Senatrice del Movimento 5 Stelle
Prorogatio e rimborsi elettorali. Decine di milioni di euro degli italiani per non avere un governo
Mar. 31 Beppe Grillo Comments Off

Stavo ragionando su una cosa, magari mi sbaglio. Correggetemi se non è questa la situazione.

Premettendo che, come sappiamo, il Movimento 5 Stelle rifiuta i soldi dei rimborsi elettorali e che quindi viene escluso da questa valutazione… c’è da ragione sul fatto che al PD spettano circa 42 milioni di euro, al PDL qualcosa di meno. in totale una novantina di milioni di euro per arrivare un situazione di completo stallo e rendere praticamente inutili le votazioni.

Ora arriverà subito chi dice “eh.. ma se il Movimento 5 Stelle avesse dato la fiducia”. A parte che sappiamo bene perchè non l’ha data e in ogni caso la campagna elettorale del Movimento è costata ZERO ai cittadini italiani. Il fatto che si sia arrivati alla prorogatio indica che questa fase transitoria ci porterà di nuovo alle urne tra qualche mese e se PD e PDL non rinunciassero ai rimborsi sarebbe un’altra spesa di 80-90 milioni di euro (a meno che il M5S non prenda il 70% ma la vedo non molto realistica come ipotesi)

Vi rendete così conto quanto spreco di denaro per mettere in piedi, oltretutto, la macchina delle elezioni che se fosse invece completamente informatizzata al governo costerebbe una cifra irrisoria confronto al sistema attuale? Ora non siamo pronti, è vero, però sconnesso dalla realtà è colui che pensa che sia impossibile.

RIMBORSIQuanta gente ho sentito dire “internet non è sicura”. Scusate un po, ognuno di voi avrà un conto in banca no? E ogni banca ha un sistema online che ti permette di gestire i tuoi soldi, spostare capitali, giocare in borsa.

Quindi mi volete dire che se c’è già un sistema collaudato che il circuito bancario utilizza per gestire miliardi di euro di milioni di correntisti di tutto il mondo non ci può essere un semplicissimo sistema di autenticazione per fare uno stupidissimo voto online?

Certo, se come punto di riferimento prendete il sito di Casaleggio vi do ragione a non fidarvi. Effettivamente è un colabrodo e non capisco come mai non prendano a lavorare persone che facciano diventare veramente stabile e innovativo un portale che già nel suo layout ha uno stile e una stabilità da web anni 90.

La sicurezza su internet non è una cosa futuristica. E’ l’assoluto presente. Se continuiamo a rimanere con le metodologie carta e penna del passato buttiamo via una quantità impressionante di soldi che potremmo investire nella scuola, nella sanità e in mille altri modi più furbi.

Ricordatevelo quando tra qualche mese il PD e il PDL si ruberanno di nuovo i nostri soldi dalle tasche.
Andate fuori dal nostro parlamento! Spot5Stelle
Mar. 31 Beppe Grillo Comments Off

ANDATE FUORI DAL NOSTRO PARLAMENTO!

Ci vediamo in parlamento e sarà un piacere, porteremo turbamento nelle stanze del potere, prenderemo questa italia che appartiene al volere del popolo italiano che ha diritto di sapere

dove vanno i nostri soldi se facciamo il dovere di onesti cittadini che poi vengono a sapere che tutti i sacrifici fatti in nome del (potere) finiscono in festini, auto e case del piacere

Come una scatola di tonno apriremo tutto la verità è giunta ora al suo momento di debutto. Se hai le pinne gialle o se le ha il tuo tuo contabile vogliamo essere certi che non sia “insuperabile”

I teneri onorevoli hanno un destino
taglieremo i loro fondi con l’aiuto di un grissino
Se al politico gli piace il mare blu
non con i nostri soldi andrà in vacanza a Malibù

Fuori! dal nostro parlamento
Andate fuori! E’ questo il momento
Andate fuori! Che arriva il movimento
Andate fuori! Fuori!

Tra faccioni impresentabili e foglie di fico
li mandiamo tutti a casa e poi sapete che vi dico
chi il politico lo vuole fare solo per mestiere
verrà sbattuto fuori con un calcio nel sedere

Gargamella ignorato dai puffi blu
Biancaneve psico-nano non lo vuole più
pure ad Haidi i monti non sorridon più
a quest’uomini col naso lungo grillo parla tu!

Ora sono consapevole di cosa voto
uno che mi rappresenti invece di un faccione noto
ci giochiamo il futuro con la scelta elettorale
io scelgo il movimento per mondo più normale

Il cervello lo svendono alla tv
e quel poco di decenza non esiste più
Sulla rete il tuo futuro lo decidi tu
Ora informati davvero e non guardarla più!

(Testo e musica di Felice Marra)

Canzone e video che avevo creato per la campagna elettorale ma ovviamente sempre attuale
L’attualissimo discorso all’umanità di Charlie Chaplin 73 anni dopo
Mar. 31 Beppe Grillo Comments Off

Non so perchè ma mi è venuto in mente il discorso all’umanità di Charlie Chaplin e riascoltandolo mi sono reso conto di quanto sia incredibilmente attuale a distanza di 73 anni. Tratto dal film “Il grande dittatore” del 1940. Bellissimo.

“Mi dispiace, ma io non voglio fare l’imperatore.

Non voglio né governare né comandare nessuno.

Vorrei aiutare tutti: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi.

Tutti noi esseri umani dovremmo unirci, aiutarci sempre, dovremmo godere della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l’un l’altro.

In questo mondo c’è posto per tutti.

La natura è ricca e sufficiente per tutti noi. La vita può essere felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato.

L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, fatto precipitare il mondo nell’odio, condotti a passo d’oca verso le cose più abiette. Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi.

La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà, la scienza ci ha trasformati in cinici, l’abilità ci ha resi duri e cattivi.

Pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che macchine ci serve umanità, più che abilità ci serve bontà e gentilezza.

Senza queste qualità la vita è vuota e violenta e tutto è perduto. L’aviazione e la radio hanno avvicinato la gente, la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà dell’uomo, reclama la fratellanza universale.

L’unione dell’umanità. Persino ora la mia voce raggiunge milioni di persone. Milioni di uomini, donne, bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di segregare, umiliare e torturare gente innocente.

A coloro che ci odiano io dico: non disperate! Perché l’avidità che ci comanda è soltanto un male passeggero, come la pochezza di uomini che temono le meraviglie del progresso umano. L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori.

Il potere che hanno tolto al popolo, al popolo tornerà. E qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa.

Soldati! Non cedete a dei bruti, uomini che vi comandano e che vi disprezzano, che vi limitano, uomini che vi dicono cosa dire, cosa fare, cosa pensare e come vivere!

Che vi irregimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie! Voi vi consegnate a questa gente senza un’anima!

Uomini macchine con macchine al posto del cervello e del cuore.

Ma voi non siete macchine! Voi non siete bestie! Siete uomini!

Voi portate l’amore dell’umanità nel cuore.

Voi non odiate.

Coloro che odiano sono solo quelli che non hanno l’amore altrui.

Soldati, non difendete la schiavitù, ma la libertà! Ricordate che nel Vangelo di Luca è scritto: «Il Regno di Dio è nel cuore dell’Uomo».

Non di un solo uomo, ma nel cuore di tutti gli uomini.

Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, il progresso e la felicità.

Voi, il popolo, avete la forza di fare si che la vita sia bella e libera. Voi che potete fare di questa vita una splendida avventura.

Soldati, in nome della democrazia, uniamo queste forze.

Uniamoci tutti!

Combattiamo tutti per un mondo nuovo, che dia a tutti un lavoro, ai giovani la speranza, ai vecchi la serenità ed alle donne la sicurezza.

Promettendovi queste cose degli uomini sono andati al potere. Mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno.

E non ne daranno conto a nessuno.

Forse i dittatori sono liberi perché rendono schiavo il popolo. Combattiamo per mantenere quelle promesse. Per abbattere i confini e le barriere.

Combattiamo per eliminare l’avidità e l’odio.

Un mondo ragionevole in cui la scienza ed il progresso diano a tutti gli uomini il benessere.

Soldati! Nel nome della democrazia siate tutti uniti!”

(Charlie Chaplin, Il grande dittatore)
La festa M5S per la revoca del MOUS. La vittoria del modello Sicilia.
Mar. 31 Beppe Grillo Comments Off

Fabrizio Ferrandelli : “E’ andata bene quella che si annunciava come uno scontro, ma noi sapevamo che non sarebbe stato cosi bensì una grande festa di partecipazione.”

Giancarlo Cancellieri : “Noi ce l’avevamo come punto nel programma. NO MUOS. Due parole per indicare un punto in un programma. Abbiamo portato avanti questa battaglia con quello che ci sentivamo di fare anche a livello parlamentare. Le giuste azioni. Facendo quell’azione di protesta uscendo fuori dall’aula e non facendo votare per la mancanza del numero legale il documento di programmazione economico e finanziario. Questo passaggio è importante perchè credo abbia acceso i riflettori dell’Italia e probabilmente anche del mondo visto che anche i siciliani in america ne parlano adesso”

Mario Giarrusso : “E’ una pietra fondante di tutti i cittadini a qualunque parte essi appartengano che intendono combattere per riappropriarsi della sovranità della sicilia e del nostro paese. Noi in parlamento cercheremo di prenderci la sovranità sul nostro paese.”

Antonio Venturino : “Crocetta sta portando avanti delle promesse che lui aveva fatto in prima persona in campagna elettorale. E’ chiaro che noi gli abbiamo dato una spinta. Gli abbiamo ricordato spesso che c’è un impegno preso nei confronti di tutti quanti noi e lui di conseguenza si sta comportando. Quindi lo valuto assolutamente in maniera positiva fino ad oggi. Anche la revoca di ieri è sicuramente un fatto importante.”

Giancarlo Cancellieri : “Non c’è nulla da fidarsi. Noi non amiamo leggere le revoche sui giornali o nelle conferenze stampa. Noi vogliamo vederlo questo documento, valutarlo, comprenderlo, divulgarlo ai cittadini e capire essenzialmente cosa sarà questa revoca e che incidenza avrà. Se è una revoca buona siamo pronti a fare anche un applauso perchè ci sta quando qualcuno fa una cosa buona.”

Mariella Lo Bello : “Io so che per fare un figlio ci vogliono nove mesi. Noi ci abbiamo messo 60 giorni a perfezionare un atto che non abbiamo voluto fragile nel senso di attaccabile. Noi l’11 di Gennaio abbiamo fatto l’avvio di procedura e l’avvio della sospensione. L’11 di Febbraio l’avvio delle procedure di revoca in assenza di quelle rassicurazioni che stavano alla base delle nostre note prima di sospensione e poi di revoca.”

Fabrizio Ferrandelli : “Oggi arriva il principe degli atti amministrativi che è il provvedimento di revoca e credo che si debba essere felici perchè qualcosa di importante è accaduto. Non bisogna abbassare la guardia ma siamo vicini alla parola fine”

Giancarlo Cancellieri : “Io vorrei capire ora questo governo nazionale che intenzioni ha nei confronti del MUOS. Se è a favore, se è contro. Vorrei capire. Vorrei una risposta.”

Mariella Lo Bello : “La cabina di regia deve misurare la pericolosità a cui sono sottoposti i cittadini di Niscemi. L’abbiamo voluta noi. Noi vogliamo una stazione di monitoraggio permanente in questi luoghi e abbiamo detto che le autorizzazioni mancavano dei due pareri. Uno che riguardava la salute dei cittadini, l’altro che riguardava le rotte aeree del vicino aereoporto di Comiso. Quindi non dobbiamo tutelarci. Dobbiamo semmai avere certezze rispetto non a ciò che potrebbe accadere con l’installazione del MOUS ma rispetto a quello che c’è con le 46 antenne.”
Zombie siamo noi, un popolo di formiche.
Mar. 31 Beppe Grillo Comments Off

Lo so che siete stati incuriositi da questa parola che spesso viene pronunciata da Beppe riferendosi ai politici. In realtà quel che vorrei fare in questo articolo è rovesciare il concetto dopo aver conosciuto un fenomeno naturale che descrive secondo me in maniera palese la situazione politica odierna : il fungo killer.

Avete mai sentito parlare delle FORMICHE ZOMBIE? Riporto la descrizione dal sito del National Geographics. “Scoperte in Brasile quattro specie di funghi che trasformano le formiche in zombie. Il fungo entra negli insetti e ne “controlla” la mente ai propri fini prima di ucciderli. Poi si trasmette dai cadaveri ad altri insetti sani. Oltre alle formiche anche vespe, mosche e grilli possono essere attaccati.”

Grilli, non grillo. Sia chiaro. hehe. Quando ho visto questo ho pensato “ma allora non è vero che è Bersani, Berlusconi e gli altri sono zombi. Gli zombie siamo stati noi per tutti questi anni e i politici erano il fungo killer che si appropriava del nostro cervello bombardandoci di notizie false e timori indotti per raggiungere i propri obiettivi e portandoci lentamente alla morte.

Vi faccio vedere un video dove spiega bene questo fenomeno.

I nostri politici come i funghi killer. Si sono impadroniti della nostra mente “traghettandoci” la dove potevano ottenere benefici per poi farci “morire” senza troppi problemi.

Ora è arrivato l’antimicotico che non si aspettavano : il Movimento 5 Stelle.

Tra poco il loro piano diabolico sarà messo fuori uso per sempre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *